ALTRE ADOLESCENZE: QUEL POZZO TROPPO LONTANO

bambini al pozzoIl clima torrido, chilometri di deserto e terra rovente, tale è lo scenario che si presenta in certe zone di un’Africa comunque ricca di risorse naturali, ma talvolta irraggiungibili. L’approvvigionamento dell’acqua potabile è, probabilmente,  la problematica più delicata.  Da sempre fonte di vita, elemento essenziale di ogni essere vivente, in particolare dell’uomo, è una scarsa risorsa dal cielo, ma è custodita in diversi bacini idrici naturali del sottosuolo, formati migliaia di anni fa, quando l’Africa godeva di un clima più tropicale. Lì vi resta da millenni ed è potabile. La sua reperibilità non è semplice e sarebbe forse possibile con la costruzione di pozzi. Operazione difficile da intraprendere laddove la popolazione è povera e priva di mezzi.

I pozzi d’acqua dei villaggi sono distanti dalle abitazioni e la strada per raggiungerli è solitamente impervia, specie durante il periodo di siccità con il loro esaurimento. Passi pesanti sotto il sole che spettano alle donne, ma soprattutto alle bambine, che si caricano di tale peso ogni giorno. Come visto, essendo l’acqua elemento essenziale e determinante nella vita quotidiana, svolgono un importante e faticoso compito, danno il modo non solo di lavarsi, ma irrigare i campi e cucinare, l’acqua pura sconfigge anche le malattie. Questo è spesso sottovalutato dalla società.

Viene loro sottratto quel tempo che normalmente dovrebbe essere dedicato a gioventù  e spensieratezza e sono private della possibilità di emancipazione perché non possono studiare e andare a scuola.

Nell’istruzione il rimedio

Questo avviene soprattutto nell’Africa Sub Sahariana, che più risente di povertà e condizioni climatiche particolarmente disagevoli, dove la donna non  ha voce, ma lavora duramente fin da piccola ed è destinata a sua volta a sposarsi presto e fare figli. Un dramma sociale e un’ingiustizia che solo l’educazione può abbattere.

Lascia un commento

Your email address will not be published. *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>