Donne da Nobel: Gertrude Belle Elion e i suoi farmaci della salvezza

Gertrude_ElionGertrude Belle Elion (1918-1999) è un’altra stella da ricordare nel panorama delle donne che con il loro ininterrotto lavoro hanno contribuito ad ampliare, talvolta aprire, nuove frontiere in campi medici e scientifici. Viene insignita del Premio Nobel per la psicologia e medicina nel 1988. La sua è una storia di dedizione ed impegno che comincia fin dalla sua adolescenza, dal momento in cui il suo amato nonno muore a causa di un tumore e lei si ripromette di dedicare il suo studio e il suo lavoro per debellare questo male.

Discriminata perchè donna
Gertrude nasce a New York nel 1918 da una famiglia ebrea benestante. Proprio il padre medico dentista la incoraggia a frequentare l’Hunter College di New York e riesce a laurearsi nel 1937 con il massimo dei voti. Sebbene ciò, l’essere donna a quei tempi le chiuse molte porte, per una sorta di discriminazione. Non le è concessa la posizione di ricercatore, ma trova lavoro come assistente di laboratorio al New York Horspital School of Nursing. Dicenta, in seguito, assistente di Chimica organica alla Denver Chemical Manufacturing Company ed inizia ad insegnare chimica e fisica in varie scuole a New York.

I tempi della ricerca
E’ nel 1944 che Gertrude comincia a lavorare presso i laboratori di in un’industria farmaceutica. Il suo diretto collaboratore è il chimico organico George Hitchings e, per ben quarant’anni, lavoreranno allo sviluppo di farmaci per la cura di numerose malattie, come ad esempio la malaria, la gotta, la leucemia, le infezioni urinarie e l’herpes virale. Anche l’AZT, il primo farmaco utilizzato per il trattamento dell’AIDS, deriva dai metodi di ricerca innovativi messi a punto da Gertrude Elion.
Il premio Nobel per la medicina arriva nel 1988, anno in cui potrà gioire del prestigioso riconoscimento assieme al George Hitchings e al farmacologo inglese James Black.

Lascia un commento

Your email address will not be published. *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>