Formazione infermiere: un ennesimo ciclo di studi che sta per concludersi

eSelezionate tra le famiglie più povere in piena foresta equatoriale, della Repubblica Democratica del Congo, 23 ragazze stanno per ultimare il quarto ed ultimo anno  della scuola per infermiere di Bokungo (l’institut supérieur des techniques médicales de Kinshasa) e ci hanno inviato le loro foto, orgogliose di essere quasi al termine del loro percorso e grate ai loro sostenitori, tra cui anche alla fondazione, per aver avuto la possibilità di studiare, secondo la loro vocazione.

Il progetto, voluto e  monitorato proprio dalla Diocesi di Bokungo Ikela, in collaborazione con l’Opam in Italia, il cui presidente è il Monsignor Aldo Martini, vede un ambizioso obiettivo principale: il miglioramento delle erogazioni dei servizi delle strutture sanitarie in un zona dove il personale infermieristico è estremamente carente: il distretto di Tshuapa.

q

C’è bisogno di loro

Le nuove 23 infermiere che tra poco saranno abili per cominciare la loro professione hanno già garantito, almeno per i prossimi cinque anni  di prestare soccorso presso le strutture sanitarie della zona, specialmente nell’area materno  infantile, dove la mortalità è ancora troppo alta, soprattutto a causa della carenze di ostetriche.  Grazie alle nostre studentesse, che nel futuro immediato saranno neo laureate, il problema può cominciare ad essere in parte risolto.

Lascia un commento

Your email address will not be published. *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>