Liberia, dopo 6 mesi i ragazzi tornano a scuola

Parlando ad una conferenza stampa con il ministro degli Esteri liberiano Agostino Ngafuan, Helen Clark, Amministratore dell’UNDP (United Nations Development Programme), ha lodato gli sforzi compiuti dal governo e dalla popolazione per contenere l’epidemia di Ebola che da mesi attanaglia il paese, affermando come con il supporto di partner internazionali, e il loro  “incredibile coraggio” è stato possibile affrontare la terribile crisi d’Ebola.”

Oggi è arrivato anche il giorno della ri-apertura delle scuole, chiuse da quasi sei mesi per aiutare a prevenire la trasmissione del virus. Un segno di speranza in più verso il ritorno alla normalità.

progetto135

Gli insegnanti sono stati formati per implementare e monitorare le misure di sicurezza, sono stati distribuiti sapone e altri aiuti per l’igiene. Regole più rigide per gli studenti, nessun contatto e controllo della temperatura prima di entrare in aula. Le autorità vorrebbero che le scuole fossero tutte riaperte entro il 2 marzo, anche una parte rimane ancora chiusa.

La Liberia infatti è uno dei tre paesi che è stato più duramente colpito da Ebola, assieme a Guinea e Sierra Leone. L’epidemia ha ucciso circa 9mila persone. E’ chiaro come sia difficile tornare alla normalità almeno fino a quando non si verificheranno altri casi d’Ebola, riferisce Helen Clark ai giornalisti.

Lascia un commento

Your email address will not be published. *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>