SOMALIA: IL DIZIONARIO CHE UNISCE UNO STATO

La crisi della SomaliaLa Somalia: un Paese sconvolto da conflitti civili. Nel 1969 il dittatore Mohammed Siad Barre,  con un colpo di Stato, ne assume la Presidenza con la forza. La rivolta dei cittadini somali avviene circa vent’anni dopo, nel 1991, con lo scoppio della guerra civile, dando luogo ad atroci massacri. Questo Stato del Corno d’Africa è tristemente riconosciuto come uno dei più violenti e poveri del mondo, almeno fino al 2012. L’elezione del nuovo Presidente Hassan Sheikh Mohamoud,  ora in carica, ha rappresentato l’inizio di un governo finalmente stabile, segnandone la lenta, ma speranzosa, ripresa.

Ripartire dalle parole

Il Qaamuuska Af-Soomaaliga è il primo grande dizionario Somalo Monolingue e rappresenta il tentativo di recuperare l’identità Nazionale Somala. Un’opera di 975 pagine, composta da circa cinquantamila parole. Questo è stato il maestoso lavoro, nato alla fine degli anni ’70, come progetto di collaborazione – con finanziamento del Ministero degli Affari Esteri – tra l’Università di Roma 3 e l’Università Nazionale Somala e l’Accademia delle Arti e delle Scienze di Mogadiscio, sotto la guida del Comitato Tecnico Linguistico per l’Università Nazionale Somala, presieduto dell’attuale Presidente della Fondazione Rita Levi-Montalcini Onlus, la Professoressa Biancamaria Bosco Tedeschini Lalli, ed il responsabile scientifico, la Professoressa Annarita Puglielli, anch’essa membro del Consiglio di Amministrazione. L’iniziativa, costata anni di meticoloso lavoro, è stata portata a compimento dal Centro Studi Somali (CSS), nato nel 2010 all’Università di Roma 3, con l’obiettivo di promuovere la cultura somala e continuarne a tutto tondo la ricerca, e il Qaamuuska Af-Soomaaliga è stato pubblicato nel 2012, dall’Università di Roma 3.

Lo smembramento dello Stato rischiava, infatti, di dileguare anche l’elemento più fondamentale della cultura tradizionale: la lingua somala, a soli quarant’anni dalla sua prima scrittura.

 “L’opera è stata fonte di uno scrupoloso lavoro di proficua collaborazione tra ricercatori somali e italiani” Queste le parole pronunciate orgogliosamente dalla Professoressa Puglielli,  durante la presentazione del dizionario, alla Farnesina, mostrando il risultato di anni di ricerca. L’opera è stata la prima pubblicazione inserita sul portale dell’Università “Roma trE-Press”, il cui materiale on line è  gratuitamente scaricabile, proprio per permettere una facile consultazione sia da parte dei somali e dalle loro comunità diffuse per il mondo,  che dagli studiosi della materia.

La Somalia ci chiama

Per ragioni storiche gli Italiani si sentono emotivamente coinvolti alla rigenerazione di un Paese che sta cercando di ritrovare un percorso La Somalia risorgedemocratico. La testimonianza di questo lavoro letterario ne è la prova. Molte sono le iniziative in atto sia da parte del Ministero degli Affari Esteri, che sta sviluppando programmi per il rafforzamento delle forze di sicurezza locali, aiuti sanitari e culturali, nonché per contrastare il fenomeno dei bambini soldato, che dal Centro Studi Somali impegnato sulla ricerca e nella costruzione dell’Archivio Somalia. Anche la Fondazione Rita Levi-Montalcini Onlus si unisce a questo richiamo, con i suoi progetti di istruzione per lo sviluppo e il rafforzamento delle donne, nella convinzione e speranza che la Somalia ce la farà.

Lascia un commento

Your email address will not be published. *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>