Master post-lauream in mediazione culturale per 5 studentesse africane

Master post-lauream in mediazione culturale per cinque studentesse di vari Paesi africani – p. 121

Tipologia: istruzione superiore
Destinatari: 5
Ong beneficiario: Orme Meditteranee – Università Roma Tre

L’obiettivo del progetto, in collaborazione con l’Università degli Studi Roma Tre, è quello di incoraggiare le politiche interculturali nel bacino del Mediterraneo. A cinque studentesse provenienti da aree di conflitto in Paesi africani, viene data la possibilità di partecipare ad un master post lauream riguardante la mediazione culturale nei flussi migratori verso l’Italia e il Mediterraneo (ERITREA /COSTA D’AVORIO /LIBIA / MALI/TUNISIA).

Le studentesse sono selezionate nei paesi di origine, e/o di residenza, da ONG o associazioni nazionali operanti sul territorio e dall’Università Roma Tre da esperti del master. L’accesso a tutti i servizi dell’Università, offre l’opportunità alle studentesse di interagire fuori delle zone di provenienza e di partecipare agli eventi sociali e culturali che si svolgono insieme a tutti gli altri studenti del master.

E’ prevista inoltre la frequenza ad un corso di lingua italiana. In convenzione con la Fondazione Rita Levi-Montalcini Onlus, l’Università Roma Tre ha aperto i corsi a studentesse africane dando l’occasione di arricchimento culturale, professionale e relazionale per entrambi le parti. In base all’acquisizione delle competenze teoriche e professionali per esercitare nell’ambito dei servizi di mediazione culturale, con particolare attenzione rivolta ai contesti migratori, le corsiste saranno in grado di: lavorare presso centri di identificazione espulsione (CIE), fornire supporto in strutture socio-sanitarie dell’infanzia e della scuola per favorire l’inserimento di stranieri; lavorare in istituzioni pubbliche, private e non governative; partecipare a progetti di ricerca in ambito nazionale ed internazionale; lavorare in ambito giudiziario.

Le ragazze avranno la possibilità di ricevere una formazione superiore fuori dai territori di appartenenza, molto spesso in aree di conflitto e di poter orientare la professione con un bagaglio specialistico usufruibile internazionalmente.

Comments are closed.