00161 Roma - Via Catanzaro, 9
Tel. +39 06 44241786
Fax +39 06 44242885
[email protected]
 
L’asso nella manica a brandelli (1998)
Baldini Castoldi Dalai
Collana: I saggi
Pagine: 158

Rita Levi-Montalcini si ritiene davvero fortunata: il suo asso nella manica è l’interesse alla ricerca scientifica, alle questioni sociali e a quanto la circonda. Non ha mai smesso di lavorare, ma è convinta che per chiunque sia possibile vivere una buona vecchiaia e possedere un cervello che può non invecchiare a meno che non sia vittima di malattie degenerative come l’Alzheimer o il morbo di Parkinson. Afferma che questo è il periodo più bello della sua vita: “ho ancora (se non mi inganno) una memoria perfetta , la mia attività scientifica prosegue così come la capacità creativa e posso dedicarmi alle questioni sociali e in particolare agli scopi della Fondazione che presiedo”. Un sogno quest’ultimo che risale al periodo della sua giovinezza. “La società nella quale oggi viviamo”, ella sostiene “ha una visione errata dell’anzianità, oltre che avere nessuna considerazione nei confronti dei “vecchi” si genera la conseguenza di un’ignoranza di fondo: quella di non sapere che il cervello possiede formidabili strategie per combattere gli insulti dell’età. Perché invecchiare bene dipende dagli interessi coltivati e anche dall’amore per gli altri lavorando per un futuro che non ci appartiene”.



Torna
 
 

09/12/2009
Viareggio - 4 dicembre
Donna č WEB Consegna del premio Buone Prassi 2009

 

14/01/2010
Diva e donna gennaio 2010
Insieme per i bambini

  Fondazione Rita Levi-Montalcini Onlus | Un futuro alle donne africane, il futuro ai giovani  
  Powered by Becom